Sistemi Operativi

Windows 11: cosa cambia, quali sono le novità

windows 11

Windows 11 è il nuovo O.S. targato Microsoft, che molto probabilmente uscirà nel mese di Ottobre 2021.

C’è da dire però che la release date ufficiale non è stata ancora annunciata, e un velo di mistero rimane anche sulle nuove funzionalità integrate nell’O.S..

I cambiamenti principali riguarderanno la grafica, che adotterà un nuovissimo Fluent design e appunto nuove funzionalità che lo renderanno ancor più intuitivo e semplice da usare. Inoltre, sarà perfettamente ottimizzato per i device che utilizzano il touchscreen.

Di seguito vi indicheremo tutte le principali novità del nuovo O.S. Windows 11.

Windows 11: le nuove funzionalità

Partiamo subito dal menù Start che presenterà un’ inedita barra di ricerca integrata, e una delle novità più evidenti di tutte che riguarderà la barra delle applicazioni. Segnaliamo che quest’ultima cambierà il suo nome in “dock”, proprio come accade con i Mac.

Detto ciò, segnaliamo che il dock di Windows 11 sarà posto in posizione centrale (sempre sulla barra in fondo) e non laterale come accadeva con le precedenti barre delle applicazioni.

Presente anche la nuova funzione Snap Layouts che servirà a posizionare le finestra in maniera automatica. Non dovrete più ridimensionare, spostare o effettuare altre azioni per poter gestire al meglio il multi-tasking.

Un’ ulteriore novità riguarderà sempre le finestre di Windows 11 che saranno dotate anche di funzionalità Snap Groups. Quest’ultima vi permetterà di scorrere facilmente le finestre aperte e passare da una all’altra in maniera istantanea.

Insomma potremmo definirla un’evoluzione dei desktop multipli, funzionalità integrata nelle precedenti versioni di Windows.

Interessanti anche le migliorie apportate al multi-monitor, infatti in caso di collegamento di un secondo schermo, Windows 11 procederà memorizzando le finestre aperte per poi organizzarle allo stesso modo sul nuovo monitor.

Per le funzionalità e app integrate invece segnaliamo la presenza di Teams (app utile per le chiamate di gruppo e che sostituisce Skype), Microsoft Store, Disney+, Adobe Creative Cloud, Pinterest e molte altre ancora.

Windows 11
store di Windows 11

Requisiti e Compatibilità

Per quanto riguarda i requisiti minimi per utilizzare Windows 11, segnaliamo che non sono stati ancora annunciati.

Però qualche settimana fa Windows ha rilasciato i dati relativi ai requisiti minimi richiesti per poter effettuare l’aggiornamento. Ovviamente potrebbero cambiare anche solamente qualche giorno prima del rilascio ufficiale.

Inoltre, per poter portare a termine l’installazione del nuovo OS, necessiterete di una connessione Internet e di un account Microsoft attivo.

Per il momento i requisiti minimi per Windows 11 sono i seguenti:

  • Processore da 1 GHz o superiore con almeno due core;
  • RAM da almeno 4 GB;
  • Hard-Disk (spazio libero) da almeno 64 GB;
  • DirectX 12 o superiore;
  • Firmware UEFI compatibile con Secure Boot.

Emilio Brocanelli

Aggiornamento firmware, perchè è importante?

aggiornamento firmware

L’ aggiornamento firmware per i dispositivi elettronici è molto importante ma, prima di analizzare i motivi per i quali si rende necessario un aggiornamento firmware, ritengo opportuno analizzare la differenza tra firmware e software. Spesso viene detto che il firmware è il software del dispositivo. Questa definizione è vera ma, a mio modo di vedere è troppo semplificata. Vediamo perchè:

Differenze tra software e firmware

Un firmware è un programma software che è scritto in modo permanente all’ interno di un dispositivo elettronico ( tastiere, schede video, BIOS, smartphone ecc ). E’ programmato affinchè possa fornire all’ hardware le giuste istruzioni per una corretta comunicazione tra l’ hardware stesso e i vari componenti informatici o elettronici. Il semplice software invece, è un programma in grado di fornire le giuste istruzioni informatiche che indicano al computer le operazioni che può compiere. Un software è programmabile, quindi ogni software svolge funzioni diverse.

Aggiornamento firmware, pregi e difetti

Fino a poco tempo fa, aggiornamento firmware veniva visto come un’ operazione complicata e pericolosa. In alcuni casi è ancora così. Aggiornare il firmware del BIOS di una scheda madre dovrebbe essere fatto ancora esclusivamente da un tecnico specializzato, questo perchè, rovinando il firmware del BIOS, si rende inutilizzabile la scheda madre e di conseguenza anche il PC. Una riparazione di questo genere potrebbe essere poco conveniente, soprattutto su PC un po’ datati. Differente è l’ aggiornamento firmware delle stampanti e degli smartphones. Per quanto riguarda i cellulari, il firmware viene generalmente trovato autonomamente dal telefono e va solo fatta partire l’ installazione. Per quanto riguarda le stampanti, ogni brand ha un modo diverso per aggiornare il firmware ma, sicuramente, sui siti ufficiali potrai trovare la guida adatta per il tuo modello.

Quando aggiorni un firmware di un dispositivo elettronico potrebbe capitare di incappare in un’ interruzione di corrente che potrebbe causarti grossi problemi a causa dell’ incompiuto caricamento del firmware. In questo caso dovresti provare con un downgrade del firmware oppure con un reset del dispositivo. I vantaggi di un aggiornamento del firmware sono molteplici. Intanto dobbiamo dire che, generalmente, i firmware vengono rilasciati per risolvere dei bug presenti all’ interno delle vecchie versioni. Stiamo parlando sia di bug per quanto riguarda la sicurezza dei dispositivi ma anche per quello che riguarda l’ operatività degli stessi. L’ aggiornamento del firmware di un dispositivo, oltre ad aggiungere nuove funzionalità software al dispositivo stesso, può aumentare la compatibilità con i nuovi hardware che dovrebbero comunicare con il dispositivo elettronico.

Può essere effettuato l’ aggiornamento del firmware per la maggior parte dei dispositivi presenti sul mercato. Per quanto riguarda il nostro settore, noi generalmente, aggiorniamo i firmware del nostro parco macchine HP. Il firmware per questi dispositivi lo trovate a questo link. Stiamo parlando delle multifunzioni A3 / A4 HP Pagewide P77940DN.

aggiornamento firmware
Aggiornamento firmware

Emilio Brocanelli

Linux, perchè è un’ ottima alternativa a Windows?

linux

Se sei un po’ esperto di informatica, avrai già sentito parlare di Linux. In caso contrario voglio spiegarti perchè può essere considerata una valida alternativa a Windows. Ovviamente, esistono pregi e difetti dei vari sistemi operativi. Andiamo a scoprire meglio che cosa rappresenta Linux. Questo è un sistema operativo che si basa sul kernel Linux. Questo sistema operativo negli anni è stato adottato dalle più grandi aziende del mondo, come Google, IBM e Oracle. Lo so cosa ti starai chiedendo. Se Windows è il sistema operativo più utilizzato, perchè queste grandi aziende molto spesso utilizzano Linux? La risposta è alquanto semplice. Questo sistema operativo ha dei vantaggi che Windows non ha. Ora andrò a spiegarti quali vantaggi e quali svantaggi può avere.

Linux, i vantaggi

Questo sistema operativo è indubbiamente molto leggero, quindi può essere installato anche su PC meno performanti. Il motivo per il quale viene utilizzato ad esempio per ospitare i siti internet ( quasi tutti i provider ti forniscono lo spazio web all’ interno di un server Linux ) è che non è attaccabile dai classici virus informatici. Un altro vantaggio che sicuramente non è di poco conto è la possibilità di ottenere una distribuzione Linux in modo gratuito, visto e considerato che è un progetto open source. Esistono tantissime distribuzioni di questo sistema operativo, le più utilizzate sono Endless ( viene installato di default su alcuni PC di base ), Ubuntu, Mint ed altri.

Linux, gli svantaggi

Lo svantaggio principale nell’ installare questo sistema operativo deriva dal fatto che difficilmente si riesce ad integrare all’ interno della nostra operatività quotidiana. Perchè? A causa della scarsa compatibilità dei software presenti nella versione Windows. All’ interno di Ubuntu puoi installare un’ applicazione chiamata Wine che ti consente di poter installare dei programmi presenti esclusivamente nella versione Windows, come ad esempio il pacchetto Office. E’ una sorta di emulatore di Windows.

Come nacque questo sistema operativo?

Questo sistema operativo nacque ufficialmente il 25 agosto 1991, grazie all’ intuizione di un giovane studente di nome Linus Torvalds. Il finlandese, fino a quel momento utilizzava una versione di un sistema operativo basato su un kernel unix, esattamente Minix. Questo kernel stava dando abbastanza problemi per quello che riguarda la nuova architettura i386 a 32 bit. Proprio per questo decise di creare un proprio kernel basato su unix e lo chiamò per l’ appunto Linux. Iniziò così la storia di questo sistema operativo.

Emilio Brocanelli

Potrebbe interessarti anche: